CRESCERE IN GESÙ

trascorrere del tempo da solo/a con Lui.

CRESCERE NELLA FEDE

Crescere in Gesù

Dio ti vuole incontrare (sì, proprio te, personalmente!) ogni giorno. Il solo pensiero ti potrà sorprendere... Tuttavia, se ci rifletti, non dovresti trovarlo poi tanto strano. Infatti quando accetti Gesù Cristo come tuo Signore e Salvatore entri a far parte della famiglia di Dio, dei figli di Dio. E puoi chiamare Dio “Padre”! Ogni bravo genitore desidera trascorrere del tempo con i propri figli. Qualche volta li vuole tutti riuniti intorno a sé ma sovente ha piacere di incontrarli a tu per tu. Solo così si riesce a conoscere bene qualcuno: passando del tempo da soli con lui.

CONOSCERE...

Il Padre Celeste

Il modo migliore di conoscere il tuo Padre celeste è di trascorrere del tempo da solo/a con Lui. Puoi farlo leggendo la sua Parola e parlandogli in preghiera. Puoi pregare Dio in qualsiasi momento della giornata: mentre ti rechi al lavoro, prepari la cena, fai il bucato o sei a scuola...

nondimeno ogni giorno c’è bisogno di trovare un momento specifico, privo di distrazioni, da dedicare solamente al Signore. Forse per te il momento ideale da dedicare al Signore è il mattino (quando ti senti fresco/a e riposato/a), prima di dedicarti alle tue attività quotidiane. O forse per te il momento ideale è la sera, quando tiri le somme della giornata, fai programmi per l’indomani e ti predisponi al riposo notturno. Qualunque sia il momento della giornata che sceglierai, sii costante nei tuoi appuntamenti con Dio. Per pregare, Gesù si alzava presto al mattino e si recava sovente in un luogo appartato (vedi Luca 5:16): questo è un buon esempio da seguire! Per trascorrere del tempo da soli con Dio non è necessario osservare un rigido protocollo, non più di quanto sia necessario per trascorrere del tempo con un genitore terreno. Certo, all’inizio ci vorranno due parole di saluto, una breve preghiera con cui chiedere a Dio di benedire il tempo che si sta per trascorrere insieme.

Poi sarà il caso di leggere qualche riga della Parola che ti rivolge, la Bibbia. Se stai appena prendendo confidenza con la Bibbia troverai particolarmente interessante il Vangelo di Giovanni, poiché è proprio in questo libro che si racchiude più mirabilmente il progetto di salvezza di Dio. Una volta terminato il Vangelo potresti continuare con il libro degli Atti degli Apostoli per vedere come i primi cristiani testimoniavano la loro fede. Testimoniare la tua fede è una tra le cose più importanti che tu possa fare per Dio. Mentre leggi la Bibbia medita su ciò che essa ti dice. “Meditare” significa semplicemente “riflettere sulle cose spirituali”. Significa pensare con un approccio sereno, profondo e lucido a Dio, a quanto egli sia magnifico, alle cose meravigliose che ha fatto per te, a ciò che tu desideri fare per lui.

PROBABILMENTE INCONTRERAI

Leggendo e meditando la Bibbia

una promessa speciale di cui farti forte;
indicazioni per la tua giornata;
un’esortazione da seguire;
un faro puntato su un peccato o su una particolare lacuna spirituale della tua vita;
un versetto significativo da imparare a memoria.

NON BRUCIARE LE TAPPE

Procedi con calma

Non cercare di bruciare le tappe o di mettere troppa carne al fuoco. Procedi con calma e vai alla ricerca di tutto ciò che Dio ha da dirti nella lettura del giorno. Non c’è bisogno di correre quando ci si trova a tu per tu con Dio, specialmente se si passa del tempo con lui tutti i giorni.

Dopo che avrai letto e meditato per qualche minuto, inizia a parlare con Dio in preghiera. Parla con lui come faresti con i tuoi genitori terreni, con qualcuno che ti ama, che desidera il tuo bene e ti vuole aiutare in ogni modo possibile.
Forse non sai di che cosa parlare con Dio... a questo punto potrebbero tornarti utili alcuni suggerimenti:

  • Lo puoi lodare per chi lui è, ossia colui che, pur essendo il Creatore e il Sostentatore dell’universo, si interessa a ciascuno di noi!
  • Lo puoi ringraziare per tutto ciò che ha già fatto, che continua a fare e ha promesso di fare per te.
  • Gli puoi confessare i tuoi errori, le cose che ti dispiace di aver detto, fatto o pensato. Dio ci assicura che può e vuole perdonare i nostri peccati (vedi 1 Giovanni 1:9).
  • Puoi pregare per la tua famiglia. Abbiamo l’obbligo speciale di pregare per chi ci sta accanto.
  • Puoi pregare per gli altri (amici, vicini, conoscenti che si trovano nel bisogno sia materiale che spirituale).
  • Naturalmente puoi pregare per te stesso/a. Chiedi a Dio di guidarti e consigliarti in vista della giornata che ti aspetta.

Chiedigli di aiutarti ad affrontare ogni tuo problema, di presentarti delle occasioni per servirlo.

Prova a fare un elenco di richieste di preghiera in modo da non tralasciarne nessuna e aggiornalo man mano con le risposte di Dio (che potranno essere: “Sì”, “No” o “Aspetta...”) Scrivi la tua lista su un taccuino o su foglietti o cartoncini sufficientemente comodi da riporre nel portafogli o in borsa, in modo da portarli sempre con te.

Se il tuo appuntamento quotidiano con Dio si svolge la mattina continuerai la tua giornata rinfrancato/a e pronto/a ad affrontare qualsiasi situazione.
Se invece hai scelto di incontrare Dio di sera, ti rilasserai e ti coricherai in pace sotto le sue cure, pronto/a a riposarti in vista di un nuovo giorno al suo servizio.
O, meglio ancora, cerca di trascorrere un po’ di tempo con Dio sia al mattino che alla sera (vedi Salmo 55:17)!

E ricorda che puoi pregare, ossia parlare a Dio, in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo (al lavoro, a scuola e a casa) e di qualsiasi cosa, sia per chiedergli ciò di cui hai bisogno, sia per ringraziarlo per ciò che hai ricevuto. Al pari di un amorevole padre terreno, Dio ha interesse per tutto quello che ti succede. Dio non vede l’ora che arrivi il momento di stare un po’ da solo con te!

CRESCERE IN GESÙ

Un piccolo incoraggiamento

Se hai appena conosciuto Cristo o stai tornando a lui dopo un periodo di crisi e smarrimento, se stai cercando di risolvere un problema o di mettere ordine nella tua vita, questo momento per te può rappresentare l’inizio di una nuova e duratura relazione con Gesù Cristo. Gesù ha detto: “Io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” (Giovanni 10:10). Dio vuole dunque che tu goda di una vita piena e appagante e ha predisposto ogni cosa perché tu sia in grado di farlo. Ecco alcune cose da sapere su questa nuova vita.

In primo luogo, la Bibbia è cibo per la vita spirituale
La preghiera ci tiene ancorati a Dio.
I cristiani devono essere testimoni di Cristo
Non si può essere cristiani efficaci se si rimane da soli.

JoomlaShine and this site is not affiliated with or endorsed by The Joomla! Project™. Any products and services provided through this site are not supported or warrantied by The Joomla! Project or Open Source Matters, Inc. Use of the Joomla!® name, symbol, logo and related trademarks is permitted under a limited license granted by Open Source Matters, Inc.

Avvia una Chat con noi su WhatsApp
Close and go back to page